Il tuo prossimo viaggio, come lo stavi cercando!

 

Ricerca delle parole chiave: gli errori da evitare | touripp.it

La ricerca delle parole chiave è un passo fondamentale per la costruzione di contenuti ottimizzati in maniera corretta. Ma molti tendono a cadere in errori banali che possono – e devono – essere evitati!

Ricerca delle parole chiave: senza questo passaggio, qualunque strategia SEO non ha ragione di esistere. Perché è dalle parole chiave che nasce tutto; a partire da esse possiamo costruire contenuti di valore sia per il lettore, che le cerca con un preciso intento, sia per il motore di ricerca stesso, il cui unico obiettivo è restituire risultati pertinenti all’utente.

In molti si approcciano alla ricerca delle parole chiave per tentativi, facendo esperienza direttamente sul campo. Non c’è niente di male e, anzi, è sacrosanto sperimentare diverse tecniche di ricerca per capire quale sia la migliore per il nostro target e la nostra nicchia aziendale. Nella fase di studio e sperimentazione, ci sono degli errori che in tanti comunemente commettono.

Gli errori da evitare durante la ricerca delle parole chiave

Quali sono questi errori? Qui ti elenchiamo i più comuni e ti spieghiamo brevemente come fare a evitarli.

Non conoscere il proprio target

Una qualsiasi strategia SEO, ma anche di web marketing in generale, deve partire sempre da qui: dalle persone. Come possiamo pensare di confezionare contenuti efficaci ai nostri scopi, se li scriviamo non avendo in mente la tipologia di persona che li andrà a leggere?

Conoscere il proprio target è fondamentale, ed è uno studio che va fatto prima di qualsiasi ricerca delle parole chiave. È importante conoscere i propri potenziali lettori/clienti dal punto di vista demografico (sesso, fascia d’età, provenienza, status) e soprattutto psicografico (interessi, esigenze, preferenze, bisogni da soddisfare). Con il lettore ben chiaro in mente, siamo in grado di scegliere le parole chiave giuste, ovvero quelle che sono potenzialmente più facilmente cercate da loro, perché li rispecchiano.

Scegliere parole chiave che “pensiamo” possano essere valide

Va bene sperimentare, certo; ma, nella fase di ricerca delle parole chiave, uno degli errori principali è quello di sceglierne alcune che noi pensiamo possano essere giuste, senza affidarsi a strumenti specifici che avvalorino la nostra tesi. Solo perché noi useremmo una certa parola chiave su Google per cercare una certa cosa non significa che anche tutti gli altri ragionino come noi.

Per questo, esistono degli strumenti web creati ad hoc: con essi – come SEOzoom, SEMrush o Google Search Console – siamo in grado di analizzare quali sono le parole chiave che più comunemente vengono effettivamente cercate dagli utenti per riferirsi a un determinato prodotto o servizio.

Scegliere parole chiave troppo generiche

Un errore comune di chi si approccia alla ricerca delle parole chiave per la prima volta è quello di pensare: se mi posiziono per una keyword molto generica e quindi dallo spettro molto ampio, avrò maggiori possibilità di attirare un pubblico molto vasto. Beh, questo è proprio ciò che non si deve fare!

Perché keyword molto ampie presentano anche, inevitabilmente, una concorrenza altrettanto ampia; in questo caso, riuscire a posizionarsi nei principali risultati di ricerca diventa davvero un’impresa titanica. Ma non è solo questo, anzi: esiste anche e soprattutto il problema della pertinenza. Facciamo un esempio: se sei un’agenzia di viaggi e decidi di posizionarti per la keyword “agenzia” – estremamente generica e anche un po’ priva di significato –, rischi di comparire nei risultati di ricerca di persone che cercavano tutt’altro tipo di agenzia rispetto a quella di viaggi. Qui si crea quindi un problema di pertinenza e di coerenza di significato: qualcosa che a Google non piace per niente.

Non localizzare la parola chiave

Allo stesso modo di cui sopra, è importante utilizzare parole chiave un po’ più specifiche non solo sulla base del significato, ma anche su quello della localizzazione geografica. Ad esempio: se hai un’agenzia di viaggi a Milano, è molto meglio posizionarsi per la keyword “agenzia di viaggi Milano”, piuttosto che per una più generica “agenzia di viaggi”.

A prima vista potrebbe risultare il contrario, perché l’obiettivo di tutti sembrerebbe quello di comparire per quante più ricerche possibile. Invece, il tuo obiettivo è quello di comparire per ricerche mirate e coerenti a ciò che offri; come in molte altre cose, anche nella ricerca delle parole chiave vale il “meglio la qualità della quantità”.

Non tenere in conto opportunità e difficoltà della parola chiave

In questo caso, si torna a parlare della concorrenza che determinate keyword possono portare con sé. Specialmente se si è agli inizi della propria strategia SEO, tentare di posizionarsi per keyword molto ampie è controproducente, perché ci saranno competitor che, di sicuro, avranno più possibilità di noi.

Durante la ricerca delle parole chiave, quindi, è importante usare gli strumenti giusti per capire il valore di “opportunità” e “difficoltà” di ogni singola parola chiave; l’obiettivo è quello di posizionarsi per le keyword che presentino una buona opportunità, ma un indice di difficoltà medio-basso.

Usare la stessa parola chiave per più contenuti

Specialmente quando si ha un sito web che parla dei nostri principali prodotti/servizi, la tentazione è quella di indicizzare tutte le pagine del sito usando la stessa parola chiave, così da avere maggiori possibilità di posizionarsi per quella stessa keyword. Non c’è niente di più sbagliato! Tale strategia, infatti, si rivela piuttosto controproducente: Google non capirà a quale pagina dare la priorità e questo risulterà in contenuti troppo ridondanti per l’utente.

L’idea è quella di attribuire una strutturazione ben precisa delle pagine del tuo sito anche da un punto di vista SEO: scegli la parola chiave principale per la pagina principale, e poi utilizza sinonimi e parole correlate per le altre pagine.

Avevi mai commesso uno di questi errori durante la ricerca delle parole chiave? Con questa piccola guida questo passaggio dovrebbe risultare più semplice e, soprattutto, più efficace!

Condividi sui social network

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi richiesti sono contrassegnati *

venti − 18 =

Ho letto la policy privacy e accetto il trattamento dei miei dati personali.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER DI TOURIPP

La tua dose mensile di aggiornamenti,

viaggi, sogni e curiosità dal mondo!

Accedi alla nostra community

Facebook

Twitter

Instagram

E-mail

GRAZIE 1000

per la registrazione!

Non sei ancora pronto a partire fisicamente?

Fallo con la mente! Iscriviti alla newsletter di Touripp per viaggiare intorno al mondo con i nostri tour e le nostre curiosità.

Accedi alla nostra community

Facebook

Twitter

Instagram

E-mail

GRAZIE 1000

per la registrazione!

Il nostro sito Web utilizza i cookie e quindi raccoglie informazioni sulla tua visita per migliorare il nostro sito Web (analizzando), mostrarti i contenuti dei social media e le relative pubblicità. Consulta la nostra pagina cookies per ulteriori dettagli o accetta facendo clic sul pulsante "Accetta".

Cookie settings

Di seguito puoi scegliere quale tipo di cookie consentire su questo sito Web. Fai clic sul pulsante "Salva impostazioni cookie" per applicare la tua scelta.

FunctionalIl nostro sito Web utilizza cookie funzionali. Questi cookie sono necessari per far funzionare il nostro sito Web.

AnalyticalIl nostro sito Web utilizza cookie analitici per consentire di analizzare il nostro sito Web e ottimizzare ai fini di a.o. l'usabilità.

Social mediaIl nostro sito Web inserisce cookie sui social media per mostrarti contenuti di terze parti come YouTube e FaceBook. Questi cookie possono tracciare i tuoi dati personali.

AdvertisingIl nostro sito Web inserisce cookie pubblicitari per mostrarti annunci pubblicitari di terze parti in base ai tuoi interessi. Questi cookie possono tracciare i tuoi dati personali.

OtherIl nostro sito Web inserisce cookie di terze parti di altri servizi di terze parti che non sono analitici, social media o pubblicitari.